Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

Accetta

Ultimo aggiornamento 372 giorni fa

Italiano

Capri B&B

Il tuo B&B a Capri

Capri B&B

Tu sei qui: Scoprire Capri

Scoprire Capri

Scritto da admin (admin),
sabato 9 dicembre 2017 10:06:43

Capri, regina di rocce, nel tuo vestito color giglio e amaranto son vissuto per svolgere dolore e gioia, la vigna di grappoli abbaglianti conquistati nel mondo, Capri, regina di rocce,

nel tuo vestito color giglio e amaranto son vissuto per svolgere dolore e gioia, la vigna di grappoli abbaglianti conquistati nel mondo, il trepido tesoro d'aroma e di capelli, lampada zenitale, rosa espansa, arnia del mio pianeta. Vi sbarcai in inverno. La veste di zaffiro custodiva ai suoi piedi, e nuda sorgeva in vapori di cattedrale marina. Una bellezza di pietra. In ogni scheggia della sua pelle rinverdiva la primavera pura che celava un tesoro tra le crepe. Un lampo rosso e giallo sotto la luce tersa giaceva sonnolento aspettando di scatenare la sua forza. Sulla riva di uccelli immobili, in mezzo al cielo, un grido rauco, il vento e la schiuma indicibile. D'argento e pietra è la tua veste, appena erompe il fiore azzurro a ricamare il manto irsuto col suo sangue celeste. Solitaria Capri, vino di chicchi d'argento, calice d'inverno, pieno di fermento invisibile, alzai la tua fermezza, la tua luce soave, le tue forme, e il tuo alcol di stella bevvi come se adagio nascesse in me la vita. Isola, dai tuoi muri ho colto il piccolo fiore notturno e lo serbo sul petto. E dal mare, girando intorno a te, ho fatto un anello d'acqua che è rimasto sulle onde a cingere le torri orgogliose di pietra fiorita, le cime spaccate che ressero il mio amore e serberanno con mani implacabili l'impronta dei miei baci.

Pablo Neruda

Non potete lasciare Capri senza aver ammirato i luoghi più belli e suggestivi dell'isola. Tanto mare, sole, e posti incantati vi faranno ricordare per sempre le emozioni del primo incontro.

Ultimo aggiornamento sabato 9 dicembre 2017 10:32:15

La Grotta Azzurra, un tempo conosciuta come "Grotta di Gradola", dal vicino antico scalo di Gràdola deve il suo romantico nome a due turisti tedeschi che la visitarono nel 1826: Augusto Kopisch e Ernesto Fries. Azzurra perchè a causa dell'unico passaggio rimasto, in seguito all'antico innalzamento del mare, la grotta riceve la maggior parte della luce solare tramite un'entrata sommersa che nell'atttraversare l'acqua si...

La villa, collocata ad Anacapri a circa 150mt dal livello del mare nella parte nord-occidentale dell'isola, fu scoperta, in seguito a degli scavi, da Amedeo Maiuri nei primi anni 40 dopo che il fondo fu donato alla collettività dal famoso scrittore Axel Munthe. Costruita nel primo periodo imperiale tra il 27 a.C. e il 68 d.C. risulta in gran parte interrata ed è stata vittima di abbandoni e modifiche fino alla fine dell'età...

La villa posizionata nella parte orientale dell'isola, di fronte alla Punta Campanella, fu esplorata anch'essa da Amedeo Maiuri. Le strutture in superficie sono di circa 7000 mq., ma di presume che la grandezza fosse maggiore per via di giardini e altre zone all'aperto. Gli studi dimostrano che le prime pietre della struttura furono posate in epoca augustea, successivamente modificate in età tiberiana dall'omonimo imperatore,...

Spettacolo della natura, unica parte rimanente di una grotta crollata nel tempo, è uno degli archi naturali più suggestivi e belli d'Italia. Nelle vicinanze è possibile visitare la Grotta di Matermania, trasformata in epoca romana in un lussuoso tempio, purtroppo oggi ne rimangono pochi resti. Dopo la grotta, un sentiero che costeggia il mare conduce alla Via Pizzolungo ed alla famosa Villa Malaparte, da li è possibile...

La Scala Fenicia, alta circa 300mt dal livello del mare, fu realizzata dai primi colonizzatori Greci. E' stata fino alla fine dell'800 l'unica via di comunicazione tra Marina Grande ed Anacapri. Potete immaginare che non essendoci altra via, l'unico mezzo per trasportare le merci era il corpo umano e per anni le donne anacapresi la percorrevano anche più volte al giorno con i prodotti abilmente trasportati sul capo.

Costruita nel 1902 su progetto dell'ing. E. Mayer ed ideata dal famoso industriale A. F. Krupp che la finanziò in gran parte questa strada letteralmente in bilico sulla roccia, che ne caratterizza la forma e la rende una vera opera d'arte, collega la zona di Marina Piccola con il centro di Capri, in particolare i Giardini di Augusto dove, anche da lì, è possibile ammirare i Faraglioni di Capri. Come arrivarci Da Piazza...

Se non volete perdervi la vista più spettacolare sull'isola a ben 589 m di altezza bisogna fare tappa al Monte Solaro, facilmente raggiungibile tramite la seggiovia da Piazza Vittoria - Anacapri in soli 12 minuti. Per i più avventurosi è disponibile un sentiero di media difficoltà che ha inizio a metà del viale Axel Munthe (circa 1 ora e 30 minuti).

Per gli amanti dell'escursionismo, il Passetiello è un sentiero di media/alta difficoltà che non può non essere percorso prima di lasciare l'isola. Si parte da Capri, località Due Golfi, ed è possibile arrivare sul monte Solaro dopo essersi "arrampicati" per lo stretto passaggio che s'inerpica lungo il costone roccioso e che attraversa la macchia mediterranea. La prima parte è composta da un vero e proprio bosco che man...

Il percorso più suggestivo per ammirare da vicino tutti i famosi fortini lungo la costa occidentale dell'isola. Potrete rivivere un pezzo di storia Caprese visitando queste torri d'avvistamento, ma ancor più importante è il panorama che non smetterà mai di stupirvi ad ogni passo e la varietà di vegetazione che incontrerete lungo il percorso non colmerà mai la vostra fame di natura. Per gli amanti del trekking questo sentiero...

Inizio o fine del percorso dei fortini, questa località balneare è caratterizzata da una suggestiva insenatura situata a sud-ovest dell'isola. Ricca di rocce dalle forme uniche e caratterizzata da mista e abbondante vegetazione mediterranea Punta Carena è uno dei migliori luoghi per godersi il sole, il mare e soprattutto gli incantevoli tramonti capresi. Vanta un secondo posto in Italia con il faro più grande e potente...

Altro immancabile belvedere che si affaccia a strapiombo sulle cale del Tuoro, del Limmo, e Punta Carena. Come arrivarci Da Anacapri, Piazza Vittoria, prendere via capodimonte affianco alla seggiovia e proseguire per poco più di un chilometro seguendo le indicazioni per il Belvedere.

Choose your language

Italiano

English